Frutta secca

Frutta secca

Tutto quello che c’è da sapere sulla frutta secca: caratteristiche e benefici. Ecco cosa ci consiglia la nutrizionista

Caratteristiche:

Quando si parla di “frutta secca” di solito ci si riferisce ad un gruppo di alimenti quali noci, mandorle, nocciole, pinoli, che sarebbe più corretto definire frutta oleosa o frutta a guscio. Questo alimento rappresenta una vera e propria miniera di sostanze nutritive importanti, che lo rendono un prezioso alleato per la salute.

La frutta a guscio è ricca di lipidi (di cui un’alta percentuale è costituita da acidi grassi polinsaturi), di proteine, contiene una buona quantità di fibre ed è un concentrato di composti bioattivi. Contiene sali minerali, tra quali ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio e apporta vitamine importanti. In particolare il contenuto in tocoferoli (vitamina E) è molto elevato e conferisce un forte potere antiossidante. La vitamina E, infatti, ha la capacità di neutralizzare i radicali liberi e quindi svolge un’azione protettiva nei confronti di molti processi degenerativi.

La frutta a guscio apporta una buona quantità di proteine vegetali di discreta qualità tanto che nelle raccomandazioni nutrizionali è associata al gruppo delle carni. Tra i composti bioattivi contenuti in questo alimento ricordiamo anche i fitosteroli (soprattutto campesterolo, sitosterolo, e stigmasterolo) che possono aiutare a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue e prevenire le patologie cardiovascolari.

Studi recenti hanno dimostrato che una corretta quantità di frutta a guscio, inserita in un’alimentazione equilibrata, può avere effetti benefici anche sul controllo del peso. Infatti tutti i nutrienti sopra citati, insieme, contribuiscono a favorire il senso di sazietà.
Via libera quindi agli spuntini con un po’ di frutta “secca” oppure all’aggiunta di mandorle, noci, pinoli, nell’insalata o in associazione alla frutta fresca (i grassi contenuti in questi alimenti infatti favoriscono l’assorbimento di tutte le vitamine liposolubili, come la K contenuta nel kiwi).

Pillola di nutrizione:

Possiamo quindi consumare questi preziosi alimenti tutti i giorni ma con moderazione: il consiglio è di inserire nella dieta una porzione, anche giornaliera, che non superi i 25-30 g (equivalente ad esempio a 6-8 noci, 15-20 mandorle) cercando di variare il più possibile la tipologia.
Si possono preparare i sacchettini con frutta a guscio da portare in ufficio o al lavoro per uno spuntino sano. Non dimentichiamo che si tratta di un cibo ideale anche per chi fa sport: energia pronta all’uso, antiossidanti, tanti minerali.

La ricetta: Pere al forno con frutta secca

Le pere al forno con frutta secca sono una ricetta dolce, ma con pochi grassi e ricca di fibra così come di minerali importanti per il nostro organismo.

Se avete domande la nutrizionista vi risponderà qui sotto nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *